Le scarpe antinfortunistiche scadono?

Ebbene si, sappiamo che è molto difficile da accettare, ma anche le scarpe antinfortunistiche scadono. Il sentimento che lega una scarpa antinfortunistica ad un lavoratore è immenso, ma è un legame che ogni tanto tende a spezzarsi, causando la rottura inevitabile della coppia. In questo caso, ogni due anni.

Solo due anni?

Sia che vi vengano regalate, o che le prendiate in offerta, o che le paghiate milioni di euro, tutte le scarpe antinfortunistiche scadono, ovvero hanno una durata di due anni. ATTENZIONE: Se la mia scarpa da lavoro dopo due anni è ancora intatta posso usarla? La risposta è no.
Ma se l’ho presa e poi non l’ho mai messa posso ancora usarla? La risposta è sempre no.
Quando parliamo di durata o scadenza, non intendiamo la scarpa nel suo complesso, che potrebbe anche durare cinque o sei anni, ma intendiamo la durata dei materiali che sono stati utilizzati per fabbricarla.

Cosa vuol dire questo?

I materiali con il quale vengono fabbricate le scarpe antinfortunistiche hanno una durata di due anni, dopodiché non garantiscono una prestazione al 100%. La suola si potrebbe staccare dalla tomaia, oppure piegandola si potrebbe crepare, o si potrebbero formare delle bolle o delle scolorite.
Certo che se la mettete ai piedi la scarpa va ancora bene, ma vorremmo ricordarvi che la scarpa antinfortunistiche serve a prevenire un eventuale infortunio, e quindi una scarpa antinfortunistica scaduta non farebbe bene il suo lavoro. Inoltre, in un eventuale caso di infortunio, con una scarpa scaduta ai piedi l’assicurazione potrebbe rifiutarsi di risarcire il lavoratore.
Quindi, le scarpe antinfortunistiche hanno una scadenza di due anni, che viene sempre indicata sulla suola o all’interno della scatola. Vanno perciò controllate in modo periodico e generalmente sostituite ogni anno.

Come trarre il meglio da ogni scarpa?

Per trarre il meglio da ogni scarpa antinfortunistica l’ideale sarebbe possederne almeno due paia, e alternarle durante i giorni lavorativi. In questo modo si evitano l’usura eccessiva della suola, l’appiattimento della soletta e l’assuefazione dei vostri piedi alla comodità di una sola scarpa.
Questo metodo è l’ideale se soffrite di problemi a schiena, ginocchia e tendini. Ed inoltre vi permette di allungare la durata delle vostre scarpe.

Se vuoi conoscere altre curiosità, guarda i precedenti articoli!
#SicurezzainPillole – #1 oppure #SicurezzainPillole – #2

Condividi:

Potersti essere interessato anche a: